Archivi tag: matrimonio

sul matrimonio in bianco e nero

zankyou

Foto: zankyou.it

Consentitemi uno sfogo momentaneo su un argomento insolito: i matrimoni e i preparativi di matrimonio.
Una premessa fondamentale prima di proseguire nella lettura: l’argomento non mi interessa né mi tocca da vicino. Ma il fatto è stato troppo scioccante e non posso che condividerlo con i miei soliti tre lettori, che forse oramai si sono appassionati alle mie puntate sulla moda e sulle tendenze.
(E forse proprio il fatto che io difficilmente mi diletti a seguire la moda vi fa capire perché perdo tanto tempo – e tante parole – a ironizzare sull’argomento).
Ok, veniamo al dunque…
Ma voi avevate mica idea di un matrimonio colorato solo di bianco e nero? Sì, avete capito bene: con arredi, addobbi, vestito della sposa, confetti, mazzetto di fiori… (e chi più ne ha più ne metta) tutto nero?!?!
Io no.
Anzi, vi dirò di più.
Quando ho visto le prime vetrine con vestiti da sposa in bianco e nero ho creduto di essermi persa qualche passaggio, di non aver capito che forse quel vestito non era per un matrimonio… O chissà cos’altro.
E poi?
Poi torno a casa e digito su Google le parole “matrimonio in bianco e nero”.
Sapete cosa scopro? Che è la tendenza dell’anno! Ma come? Un matrimonio in bianco e nero? Ma a voi piacerebbe? Credo che la visione del vestito da sposa in bianco e nero abbia capovolto una delle mie due convinzioni sul cosiddetto giorno del sì. Poi internet ha capovolto anche la seconda: ho visto perfino gli inviti in bianco e nero, in perfetto stile manifesto funebre.
Ok, forse è anche vero che il nero sarebbe ideale nella ricerca perfetta di originalità e di personalizzazione che – vedo, anche in tv – caratterizza oramai tutti gli sposi prossimi al giorno del sì. Ma se il matrimonio è una favola (come ci hanno sempre insegnato le fiabe da quando eravamo piccole), le favole mica sono colorate di nero?!?

Lascia un commento

Archiviato in amore, diario, domande, moda

matrimoni ed elicotteri

Mi sto rassegnando alla notizia. Prendo tempo per scrivere questo post per farmene una ragione. Ma voi lo sapete che ora, per i matrimoni, vanno di moda gli elicotteri che lanciano i volantini?

Io, ammetto le mie lacune in materia, nonostante i rinnovati propositi di diventare una wedding planner, non lo sapevo. E’ solo che da qualche mese, a casa mia sembra tornato il periodo dei bombardamenti. Nelle più svariate ore del giorno, sorvola la piazza della chiesa vicino casa un elicottero a quota bassissima. Mi pare quasi che vada a schiantarsi nei palazzi. Io, senza mai tradire la mia vena di cronista d’assalto, ero già convinta di essere alla presa con un notizione: l’elicottero che atterra in piazza per un mega blitz, per una notizia da scoop autentico… E invece mi affaccio e scopro che??? Che in piazza c’è un matrimonio e che l’elicottero sta allegramente disseminando volantini e coriandoli sulla piazza (per buona gioia degli operatori ecologici – che comunque difficilmente si vedono all’opera).

Ma a questo punto io mi chiedo (e vi chiedo): ma questa cosa dei volantini si porta proprio oggi?

Lascia un commento

Archiviato in amore, domande, emozioni, ironia, moda

storie fotografate in anteprime :-)

“Ragazzi, datevi la mano”, “Ragazzi, guardate di là”, “Maria, spostati i capelli”, “Ragazzi, abbracciatevi”, “Ragazzi, baciatevi”. Non credo ai miei occhi: mi sembra di essere su un set cinematografico. Sento le voci in lontananza. Poi, man mano che mi avvicino capisco che si tratta di un fotografo che sta “immortalando” una coppia. Sposi? No, o almeno non ancora. Sono due fidanzati alle prese con la oramai famosa (mi hanno spiegato che è consuetudine oramai) anteprima. In cosa consiste? A mio avviso una trovata estremamente geniale degli studi fotografici. I due futuri sposi, jeans e maglietta addosso, si avviano per le strade che percorrono quotidianamente o per i paesaggi che hanno fatto da sfondo alla loro storia d’amore. Non per una passeggiata romantica, sia chiaro, al loro seguito c’è la simpaticissima figura del fotografo che li prende in ostaggio a pagamento (cioè gli sposi pagano per essere ostaggi) per un giorno e li costringe alle pose più assurde del mondo. A me sembra di assistere a una candid camera. Il fotografo sembra divertirsi e impegnarsi a rendere la coppia quanto più ridicola è possibile. Ma poi chi le guarderà mai queste foto dell’anteprima? La scenetta mi fa venire in mente perché io non sopporto i fotografi da cerimonia. Con tutto il rispetto e la simpatia possibile nei loro confronti, è proprio necessario costringere le persone a pose assurde, con l’intento – secondo me chiaro – di farle apparire ancora più buffe, ridicole e impacciate di quanto non lo siano in strani e a volte assurdi abiti da cerimonia? Vogliamo parlare di quei fotografi assurdi che perdono mezzora per scattare una foto di gruppo e gridarti “sorriso” come se avessero di fronte un branco di imbecilli, e poi ti presentano un’immagine che è simile alla foto di gruppo della famiglia Addams? Meglio di no, mi sento buona oggi! 😀

4 commenti

Archiviato in amore, diario, domande, ironia, pensieri

dove sono le favole di una volta?

Non ci sono nemmeno più le favole di una volta. 😛

Oramai l’immaginario collettivo è costretto a vivere di favole vecchie, tramandate a voce dai più anziani, e di favole inventate di sana pianta.

Vi hanno mai raccontato di cenerentole, principi azzurri, zucche che diventano carrozze, balli, scarpette, etc…?  Vabbè, favole Disney a parte, siamo cresciute tutte con il mito delle famiglie reali, dei balli di palazzo, con le storie di principi e principesse che convolano a nozze dopo feste di fidanzamento incredibili…

Personalmente, non sono mai stata particolarmente affascinata da questo genere di cose; ma le consideravo una realtà di fatto. E’ proprio per questo, forse, che la lettura di una notizia oggi ha suscitato in me strane sensazioni.

La principessa di Svezia – questa la notizia – non si sposerà più con il suo fidanzato “storico”, un rampante avvocato, perché pare abbia scoperto vari tradimenti da parte di lui. Che poi questi tradimenti siano finiti sulla stampa nazionale è tutta un’altra storia…

Ma ora, dico io: tu, brillante avvocato di successo (esageriamo con i complimenti), fidanzato con la principessa di Svezia da sette anni, prossimo al matrimonio, ti rendi protagonista una scappatella che finisce sui giornali?

E soprattutto, se fosse un solo tradimento ci verrebbe da pensare: è lui il vero principe, quello che manda all’aria anche il fidanzamento con una principessa per inseguire il vero amore.

Il punto è che, a quanto pare, il tradimento non sia uno solo.

E allora cosa pensare? Niente, stop. Rischieremmo di entrare troppo nel campo del gossip! 🙂

Chiudiamo con una canzone che parla di cavalli bianchi, cavalieri e castelli…

Lascia un commento

Archiviato in amore, ironia, notizie