Archivi tag: mary poppins

le borse iper capienti

Le borse capienti sono croce e delizia di noi giovani donne che ci affacciamo nel 2011 portando sulla nostra spalla pesi enormi e una quantità incredibile di oggetti da fare invidia a babbo natale e al suo sacco con i regali. Alzi la mano chi ne saprebbe fare a meno. Nelle borse iper capienti siamo capaci di far entrare di tutto. E poi sono perfette per chi trascorre gran parte della giornata fuori casa. Diciamola tutta: le borse enormi sono delle vere e proprie valigie ventiquattrore che ci permettono di affrontare la giornata con il piglio giusto, di andare incontro a qualsiasi inconveniente e di tirare fuori l’oggetto giusto al momento giusto. Noi donne con le borse enormi sembriamo tutte come Mary Poppins, pronte a tirare fuori ogni oggetto dalla borsa delle meraviglie.

La scena è sempre la stessa: ti serve una cosa, apri la borsa e cominci a cercare. Parte una vera e propria caccia al tesoro. Non si sa perché, le borse capienti sono sempre quelle che hanno meno tasche, zip, divisori. Sono una vera e propria sacca in cui, data la capienza, tu ti affanni a mettere dentro qualunque cosa, salvo poi andare incontro a vere e proprie odissee prima di cercare l’oggetto desiderato. E quando poi improvvisamente squilla il cellulare? E che ve lo dico a fare: la caccia al tesoro parte al primo “driin”. Dovrebbe essere semplice rintracciare il telefono, visto che solitamente il display si illumina. Sarebbe troppo semplice: la caccia al tesoro deve essere difficile! Ed è proprio per questo motivo che noi, donne giovani dalle borse capienti, pensiamo bene di piazzare il cellulare in quelle miniborsette nere, costruite appositamente con un materiale che non lascia passare la luce. Noi donne dalle borse capienti siamo abituate alle cose difficili: mica potremmo accontentarci di trovare subito il cellulare che squilla? Una volta ho sentito per intero due canzoni di Gianna Nannini (la stessa per due volte) prima che la proprietaria del cellulare riuscisse a racimolare il telefono in borsa!

Stamattina, poi, ho anche capito che le borse enormi servono anche a farsi spazio tra la folla. Hanno una loro utilità insomma. Ero al supermercato e ho assistito a questa scena: una ragazza ha orgogliosamente posato la sua mano sulla sua borsa enorme, l’ha spostata in avanti e gridando “PERMESSOOOO!!” si è fatta largo tra la folla a borsate. Un po’ come le mamme che usano i passeggini come sfollagente!

Ma cosa mettiamo in queste sacche così capienti? Di tutto, lo dicevo prima. Ma credo esista una classifica degli oggetti che maggiormente affollano le nostre borse. Provo ad abbozzarne una.

  1. Borsellino
  2. Portafogli
  3. Porta patente
  4. Portamonete
  5. Cellulare 1
  6. Cellulare 2
  7. Chiavi di casa
  8. Chiavi della macchina
  9. Chiavi dell’ufficio
  10. Fazzoletti 1
  11. Fazzoletti 2
  12. Fazzoletti 3 (non si sa perché ma noi donne non ci accontentiamo mai di soli due pacchetti di fazzoletti. “E se poi finiscono?” – ci chiediamo sempre nell’atto di inserire il terzo pacchetto in borsa. Ma non possiamo farci niente; ci hanno insegnato a pensare così fin da bambine)
  13. Trucco (il minimo indispensabile ma ci vuole). E per trucco intendo: ombretto, fard, lucidalabbra, rossetto, smalto
  14. Salviettine rinfrescanti (non si sa mai: potrebbero servire)
  15. Gel disinfettante (e su questo argomento, consentitemi di dire che i mass media hanno fatto appesantire di molto le borse di noi donne dai sacchi giganti)
  16. Agendina
  17. Rubrica tascabile (con mia grande soddisfazione, annuncio di esserne riuscita a fare a meno: ho inserito tutti i contatti cartacei nella potentissima agenda del mio cellulare) 🙂
  18. Penne (almeno due, considerato che la prima non scrive mai)
  19. Matita e gomma (non si sa mai, potrebbero servire)
  20. Scotch e colla (per i motivi di cui sopra)
  21. Bottiglietta d’acqua (di fondamentale importanza)
  22. Gomme
  23. Caramelle
  24. Cioccolata
  25. Pen drive
  26. Mp3 (un po’ di musica non fa mai male)

Finisco qui con la lista, ma vi giuro che ho visto venir fuori dai sacchi/borse enormi perfino cacciaviti e batterie ricaricabili e non!

Ps: “Non giudicate mai le cose dal loro aspetto, nemmeno una valigia; io non lo faccio mai!” Vi ricorda niente? Io dico di sì. Ecco a cosa mi riferisco:

Annunci

1 Commento

Archiviato in diario, ironia, pensieri, ricordi, riflessioni