Archivi tag: citazioni

“Se un sogno è il tuo sogno, quello per cui sei venuto al mondo, puoi passare una vita a nasconderlo dietro una nuvola di scetticismo, ma non riuscirai mai a liberartene”.

(“Fai bei sogni” di Massimo Gramellini)

Annunci

Lascia un commento

Archiviato in citazioni, diario

fai bei sogni

Ne ho parlato già altrove, io che difficilmente “spiattello” su Feisbuk, Tuitter e su altri social network le mie ultime letture. Questa volta, però, non sono riuscita a non farlo: ho subito piazzato, dopo aver terminato il libro, una bellissima frase come mio stato personale su un social newtork e un’altra sull’altro.

“Fai bei sogni” è davvero un gran bel libro. Una storia bella, vera, autentica, autobiografica e scritta bene. D’altronde, non avevo dubbi quando l’ho scelta: la scrittura di Gramellini mi appassiona da sempre. Bella, asciutta, senza fronzoli, divertente, pungente e appassionante. Triste al punto giusto e pungente quanto basta per consentire al lettore di calarsi dentro la storia e arrivare alla fine leggendo tutto d’un fiato.

E’ un libro pericoloso: ti fa restare incollato alla sedia a divorarlo fino a quando non l’hai finito, quando scopri la storia, tutta la storia e ti resta l’emozione di un racconto vero, la storia di una persona che hai sempre ammirato. E poi ti restano impresse alcune frasi, quelle che senti tue, quelle che avresti sempre voluto dire ma ti sono mancate le parole giuste – ecco, Gramellini ha sempre le parole giuste! – per farlo.

Lo consiglio a tutti!

Ecco due delle citazioni che non riesco a togliermi dalla testa:

Se un sogno è il tuo sogno, quello per cui sei venuto al mondo, puoi passare una vita a nasconderlo dietro una nuvola di scetticismo, ma non riuscirai mai a liberartene

C’è più amore in chi rimane che in chi se ne va

Lascia un commento

Archiviato in libri, pensieri, riflessioni

tempo di citazioni

E’ tempo di citazioni. Non si può fare altrimenti. Tempo fa mi sono appassionata ai proverbi napoletani: dicono sempre cose, in quattro parole, che esprimono al meglio un concetto, un ideale, quello che pensi!

Vi ho mai parlato del fatto che “o’ cavall bbuon s ver ‘ncopp a via long“? Vabbè, questo detto popolare, per il contesto spaziale e temporale in cui è stato detto, e per la pertinenza a determinate tematiche, meriterebbe un post a parte. Me ne occuperò prima o poi.

Questa volta, però, la mia attenzione si concentra su una massima inglese, letta da qualche parte un paio di giorni fa.

Una citazione che merita; merita approfondimenti e discussioni.

High-level people talk about ideas.

Mid-level people talk about events.

Low-level people talk about other people.

Mi piace. Nonostante io, inciuciona da sempre, corra il rischio di farmi inserire nel “low-level“. Ma poi dobbiamo dire anche che mi ritengo very “high-level” perchè ho l’abitudine di parlare all’infinito di idee e di ideali, rischiando di diventare un incubo per i miei interlocutori che spesso e volentieri mi rimproverano di essere troppo fuori dal mondo della realtà, troppo seguace di ideali e ideologie che, ahimè, non esistono più!

Poiché non voglio essere accusata di plagio, segnalo anche qui l’intervento su un altro blog sullo stesso argomento. Sono certa che la mia amichetta di blog (e non solo) non mi accuserebbe mai di plagio. Ma non si sa mai…  Non ci sta niente da fare: spesso si finisce per pensare le stesse cose allo stesso momento. Ed è proprio in quel momento che uno deve cominciare – seriamente – a preoccuparsi. 🙂

3 commenti

Archiviato in citazioni, ironia, pensieri, riflessioni