sui cappotti a mezza manica

SALDI NEGOZI MILANO

Foto: giornalettismo.com

Sabato pomeriggio in giro per negozi. Siamo a metà febbraio e tutti – dico tutti – siamo a caccia dell’affare dell’anno. Anche nei negozi superchic che mostrano in bella vista cartelloni mega galattici con la scritta “saldi al 70%”. Credetemi: davanti a quella scritta non c’è nulla che tenga. Donne di ogni ceto sociale e di ogni età si fondano letteralmente nel negozio, scavando tra la montagna di vestiti, facendosi largo a spintoni tra le altre donne assiepate intorno agli stand, a caccia di quel capo chic che costi poco e “faccia la sua figura” (cit. una mia amica).
Negozio chiccoso. Entro per far da spalle ad altre persone. Guardo i cappotti. Ce ne sono di carini e a prezzi tutto sommato accessibili. Ma io – qui lo dico e qui lo nego – 300 euro per un cappotto al 70% non li spenderei. Accanto a me si fanno largo due donne. Visibilmente mamma e figlia. La figlia sosta davanti allo stand accanto a me. Tira fuori un cappottino color cammello a mezza manica.
– “Ma’, vir chis comm è bell” (traduzione per i non napoletani: “Mamma, ma guarda che bel cappottino“)
– “Oi Carme’, ma t piac over?” (T.: “ti piace davvero, Carmela?”)
– “Ma’ chist si mo’ mett p gghi llà scass tutt cos” (T.: “Mamma, se indossassi questo cappottino per quella cerimonia farei davvero una bella figura“).
La mamma acconsente. La fanciulla prova il cappotto e… toh … la madre scopre che trattasi di cappotto a mezza manica.
– “Carme’ ma che è sta cos ‘re manich?” (T.: “Carmela, a mamma, come mai le maniche sono corte?“)
– “Oi ma’ chill s port assaje accussì. Chill si m’o’ ver Marija ncuoll schiatt” (T.: “Mamma, è la moda di quest’anno. E se in quell’occasione, indossando questo cappotto, dovesse vedermi Maria… beh… morirebbe di invidia“)
La mamma si volta verso di me e mi fa: “Tanta sord p nu cappott che un so’ mett p sta cave e po’ c mancn pur e manich. Ij sti cos n’è capisc proprio” (T.: “Questo cappotto costa tanto e poi non ci sono neanche le maniche. Ma i cappotti non servivano a stare caldi?“).
Non ho il coraggio di rispondere. Sorrido ed esco. Ma in fondo la signora non aveva ragione? 🙂

Annunci

Lascia un commento

Archiviato in citazioni, diario, domande, emozioni, ironia, moda, riflessioni

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...