ancora sui leggins

Ogni volta che parlo con una persona particolare mi viene sempre più una voglia matta di tenere aggiornato questo blog e di metterci dentro qualcosa di mio. Qualcosa che sia diverso da quello che scrivo abitualmente; che faccia parte di me e del mondo che io prendo con sottile ironia. Forse spesso anche per non pensare ad altro e nel – probabilmente spesso vano – tentativo di distrarmi dai mille pensieri che affollano la mente.
È ora che questo qualcuno (che rintraccerete agevolmente cliccando qui) se ne assuma tutte le responsabilità: se scrivo, dovete leggermi e vi sorbite le mie elucubrazioni mentali, è colpa sua. Insomma, adesso sapete con chi prendervela. 🙂
legginsOggi vi parlo dei LEGGINS. A dire il vero mi ripeto. Ne avevo parlato già qui e qui. Ma mi rendo conto che l’argomento è – anche nell’inverno 2012/2013 – di scottante attualità. Lo penso da un po’ e da un po’ mi tengo il mio pensiero tutto per me. Poi qualche giorno fa ho letto sul Corriere.it il commento di qualcuno che la pensa come me. Da allora mi sento meno sola e ho deciso di fare outing: odio i leggins. Sono una forma di democratizzazione dell’orrore: uniscono in maniera perfetta più generazioni di donne; sono orribili anche se visti addosso a una top model e farebbero intravedere un filo di cellulite anche su Jennifer Lopez. Ecco, giusto, credo che questo capo di abbigliamento sia proprio la democratizzazione dell’orrore della modo. Le incontrate in tutti gli ambienti, anche in posti insospettabili. Sono le donne che indossano i leggins: strette in questa specie di calza coprente che non lascia fiato (a loro che le indossano, ovvio), le intravedete a scuola, al supermercato e negli uffici pubblici. Il leggins è un indumento democratico perché – oltre a stare potenzialmente male su tutte – è usato da donne di ogni categoria e di ogni estrazione sociale: bambine, adolescenti, giovani donne e – perché no?! – anche anziane che si improvvisano fashion victim (pare sia una cosa molto trendy) e sfoggiano le proprie calzamaglie in un giro di spesa al supermercato o al mercato. Sono unici e democratici anche per un altro motivo: non tutti – direi quasi nessuno – hanno compreso che si indossano con maglie lunghe e preferibilmente larghe. Altrimenti si rischia clamorosamente di uscire senza gonna o pantalone!!!!

Annunci

1 Commento

Archiviato in diario, ironia, moda

Una risposta a “ancora sui leggins

  1. Sfruguliare uno come me, vuol dire essere malvagi, ma in questo caso, per i leggins, farò un’eccezione. I leggins non sono nè di destra nè di sinistra, anzi, sono la cosa più … comica che possa esistere. Cara Barruggi, orbene, immagina un uomo con i leggins ovvero i meggins. Immaginalo … con i suoi peli, i suoi muscoli e perchè no, il suo pacco e le sue eventuali mollaggini [http://www.antonio.ioele.name/wpss/wp-content/uploads/2013/01/meggings.jpg]. Anche in questo caso, come per le donne la cellulite, i meggins metterebbero in evidenza virilità e fibre sparse rendendo vani gli sforzi nel decidere se usare: il viagra, un riscaldamuscoli o nulla. Resta inteso che, questo “stupendo strumento di democrazia” non potrà fare altro che diventare il mio personale e simpatico simbolo di … sincerità. Impossibile nascondere (o imbottire).
    Dimenticavo, la cellulite non c’appartiene.
    Ma veniamo ad un rapido excursus sui leggins indossati da una donzella. Pura comodità, ma anche tanta estetica condita con un pizzico di esibizionismo, nulla dippiù. Sedere, depilazione e ciccia sono i cardini su cui la mente maschile, inesorabile, ruoterà nel radiografare la pulzella che indosserà leggins. Non mi esprimo in tal senso, e mi costa fatica, ma certamente il leggins non è per tutte. Neanche per me !

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...