ancora lauree maltrattate

L’altro giorno ho scritto un post di getto. E, confesso, non mi aspettavo un boom di visite per una mia considerazione personale. Invece poi ho capito: non sono la sola a essere triste, dispiaciuta, indignata per quanto è accaduto, per aver visto maltrattare ancora una volta la laurea in Scienze della comunicazione.

Ci sono alcuni commenti al post. Una delle persone che ha commentato, elledielle, mi chiede di condividere una lettera aperta a Bruno Vespa; una lettera che ha scritto di proprio pugno dopo aver assistito all’ennesimo show in tv su Scienze della comunicazione.

Condivido il suo post: lo trovate qui. Condivido gran parte delle sue domande.  Mi sento di aggiungere solo qualche considerazione mia, strettamente personale.

Credo dobbiamo essere noi, laureati in Scienze della comunicazione per scelta e non per ripiego, a valorizzare il corso di laurea e a valorizzarci. Se aspettiamo che lo faccia qualcuno, moriremo disoccupati. E sono convinta sia un bene non iscrivere all’albo direttamente coloro che scelgono l’indirizzo di giornalismo, come tutti gli altri corsi di laurea. Credo sia un bene perché è fondamentale capire che Scienze della comunicazione e giornalismo sono due cose separate. Che non è studiando Scienze della comunicazione che si diventa giornalista. Che non è facendo il giornalista che si diventa comunicatori!

Ci risponderà mai qualcuno?

Io me (ce) lo auguro!

 

Annunci

10 commenti

Archiviato in diario, domande, informazione, pensieri

10 risposte a “ancora lauree maltrattate

  1. grazie mille per la condivisione….accetto anche volentieri le tue considerazioni…l’importante fare sentire la nostra opinione….

    • Il minimo che possiamo fare è provare a far sentire anche la nostra voce! Non ci danno la possibilità di farlo in contraddittorio con chi sottovaluta la nostra laurea? Bene, noi ci affidiamo ai moderni mezzi di comunicazione e al web 2.0. Abbiamo studiato anche questo, no? 🙂

  2. andiamo avanti cosi….la lettera è stata inviata alla redazione di Porta a Porta, a la Repubblica, al Corriere della Sera, a la Stampa….e perfino alle Iene….ci risponderanno mai?…chissà

  3. AC

    Ottimo post. La migliore forma di promozione per questo corso di studi siamo noi… quando dimostriamo di essere competenti e preparati.

    Anche io ho buttato giù qualcosa di getto sulla puntata di Porta a Porta: http://antoniocilardo.blogspot.com/2011/10/sacconi-su-scienze-della-comunicazione.html

    • Io mi tengo lontana dall’esprimere giudizi su coloro che maltrattano noi e la nostra laurea: rischiamo di scendere troppo al loro livello!
      Ma una domanda ce l’ho: se il ministro del lavoro si esprime così nei nostri confronti, cosa faranno gli altri? 😦

  4. è proprio quello il punto. Fin quando da un giudizio Bruno Vespa, un semplice (si fa per dire) giornalista va tutto bene, sono opinioni. Ma un ministro e per giunta il ministro del lavoro DEVE dare delle argomentazioni e spiegare il perchè della sua dichiarazione

  5. sarà fatto;)….ma sn scettico

  6. Pingback: La comunicazione non è affare di tutti | Comunicando.zero

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...