ti ho inviato una mail (4 gr di CO2)

Inviare un’email non inquina. Con buona pace di chi come me con le email campa quotidianamente, apprendo la notizia da la Repubblica che si diverte addirittura, grazie a un sito, a stilare una lista di quanto consuma ogni nostra semplice azione. Inviare un messaggio di posta elettronica costa solo 4 grammi di CO2.

Annoto la news per il post: mi servirà quando qualcuno mi accuserà di aver inviato troppe mail, magari legate tra di loro ma in momenti diversi, costringendo a rileggere tutto e a rispondere un messaggio alla volta.  O lo ricorderò alle amiche con cui quotidianamente scambio pareri, umori, saluti, appuntamenti e battute ricorrendo a un banalissimo e tecnologicissimo codice binario che, trasformato e ritrasformato, arriva sotto forma di lettera digitale dall’altro capo della città, della nazione, del mondo! O magari si potrebbe ricordare che una mail non inquina, sostituendo quel classico messaggino che si legge ancora oggi sotto ad alcuni messaggi di posta elettronica (un messaggio della serie: non stampare questa mail se non è fondamentale, così non inquiniamo il pianeta e non abbattiamo gli alberi). Insomma, la notizia mi torna utile, oltre che simpatica!

Inquinamento o no, la mia considerazione è su come il mondo dei messaggi di posta elettronica abbia cambiato il nostro modo di relazionarci con gli altri. Prima era necessaria una telefonata. Oggi no. Prima si comunicava decisamente meno, forse anche solo lo stretto necessario. Oggi, invece, via mail arriva di tutto: inviti, comunicazioni, saluti, barzellette, aggiornamenti, proposte di lavoro, curriculum vitae…  D’altronde, siamo nell’era della comunicazione; come potrebbe essere altrimenti?

Buona comunicazione a tutti! 🙂

Annunci

2 commenti

Archiviato in ironia, notizie, pensieri, riflessioni, tecnologia

2 risposte a “ti ho inviato una mail (4 gr di CO2)

  1. A proposito di inquinamento da pc esiste un sito che, a fronte di un’iscrizione annuale di tot. euro ( il costo dell’iscrizione dipende dal numero di pagine visitate in un mese ), si impegna a compensare le emissioni di anidride carbonica con la creazione e la tutela di foreste in crescita. Chi aderisce a questo progetto ha la possibilità di esporre un banner con la dicitura ” sito ad impatto zero” sul proprio blog/sito.
    Questo l’indirizzo: http://www.zeroimpactweb.it/

    Un saluto

    • Mr Loto, sei troppo avanti! Corro a visitare il sito, ma c’è un’amara riflessione alla base: siamo troppo poco attenti ai problemi dell’inquinamento che tocchiamo con mano; riusciremo mai a essere sensibili all’inquinamento da pc?

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...