il fenomeno “Perché tu mi piaci”

C’è un video che impazzava in rete nei giorni scorsi e che secondo me rende al meglio l’idea di quanto possa funzionare la comunicazione oggi. Non è un video girato da persone famose, non è una pubblicità, non ha niente di particolarmente sconvolgente che possa renderlo uno dei video più cliccati del momento. E’ un video-fenomeno, a mio avviso. Pensate che in una sola settimana pare sia stato cliccato più di un milione di volte.

Si chiama “Perché tu mi piaci” ed è semplicemente il racconto di una storia d’amore, una lunga storia d’amore, una di quelle che durano tutta la vita. Tutto comincia con un bambino che scrive una lettera d’amore a tale Poldina. Una dichiarazione sincera, pura, forse anche un po’ sdolcinata, per un amore che dura un’esistenza, anche quando Poldina comincerà a fare i conti con la malattia. Non è una storia forte, ma il video ha avuto un gran successo. E non credo solo per la storia sdolcinata che c’è alla base. Credo ci sia di più. Credo ci sia una buona forza comunicativa alla base: il racconto, le immagini, la tenerezza del bambino che scrive la lettera e le immagini in sovraimpressione della coppia e di Poldina oramai adulta. E’ la classica storia di buoni sentimenti che – stranamente – attira le masse.

Ma, come dicevo, la storia è una cosa a parte.

Quello che mi pare più interessante è il fatto che l’autore del video, un giovane pubblicitario che ha scelto questa strada per farsi conoscere, ci ha lavorato solo due giorni e con pochissimi mezzi; poi lo ha semplicemente caricato su Vimeo e postato sulla bacheca di Facebook. Da quel momento in poi il video “Perché tu mi piaci” si è diffuso a macchia d’olio, senza bisogno di pubblicità, di passaparola… Il dato interessante è che il video diverrà probabilmente una pubblicità. E sarà il primo caso di uno spot che nasce prima della sponsorizzazione: quello che noi vediamo è forse il primo spot che ha senso senza una marca.

Ho letto da qualche parte che lo spot era stato inizialmente addirittura snobbato e criticato, quando era stato proposto per sponsorizzare qualcosa. Sarà vero?

Quando si dice i miracoli della cosiddetta “comunicazione dal basso” e del marketing virale.

Ecco il video (dal canale Youtube perché da Vimeo non ho capito come si incorpora):

Annunci

2 commenti

Archiviato in amore, informazione, notizie, riflessioni, tecnologia

2 risposte a “il fenomeno “Perché tu mi piaci”

  1. Enoc

    A me non è piaciuto ^__^ (e non era nemmeno arrivato tramite le reti telematiche, vabbe’ che la mia è molto asfittica)

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...