lo sfogo di chi non è un genio :-)

Sono stufa. E’ ufficiale: mi sono stancata di ascoltare genitori che tessono le lodi dei figli, decantando le loro magiche competenze in ogni campo, facendoli sembrare dei piccoli Einstein, elevandoli a geni dell’umanità; persone di cui il mondo proprio non potrebbe fare a meno.

Ho impiegato ventisette anni (quasi ventotto, per la verità) per capirlo, ma mi sono stancata. Mi sono stancata di ascoltare sempre la stessa storia da persone diverse, che decantano da veri esaltati la carriera brillante dei rispettivi figli.

Avete mai provato la sensazione di essere un albero di Natale che queste persone si apprestano ad addobbare? (Sinceri ringraziamenti ad un mio prof. del liceo per la citazione!) 😛

Beh, io questa sensazione l’ho provata spesso negli ultimi tempi. Ma adesso ho la consapevolezza che il racconto di queste persone spesso non corrisponde alla più reale delle verità; si tratta, anzi, di una vera e propria manipolazione della realtà derivata dai fumi dell’orgoglio di genitori che, accecati dall’amore per i propri figli, li esaltano nei discorsi con gli altri, disegnando scenari futuribili senza avere la più pallida idea del fatto che l’interlocutore non è sempre uno stupido pronto ad ascoltare tutte queste storie. Anche se, diciamo la verità, c’è un misto di gioia, soddisfazione e cattiveria poi nello scoprire le amare verità, una realtà ben più triste rispetto a quella immaginata dai loro discorsi.

 Non avete idea di quello che ho ascoltato nei miei primi ventisette anni di vita. Il guaio è che all’inizio io ci credevo pure! La consapevolezza delle fandonie che la gente va raccontando in giro è giunta solo tardi, qualche annetto fa per la precisione.

Tutto iniziò alle elementari, non con lo studio ma con lo sport. I bambini sembravano tutti i nuovi Baggio o Maradona, le bambine tutte le nuove Mila della pallavolo. A me restava solo un’amara consolazione: la panchina quando giocavo a pallavolo e l’ultima fila sul palco quando facevo la ballerina (e non credo fosse solo per questione di altezza). Ah, sì: poi c’erano i nuovi talenti della musica italiana; io al confronto ero (e sono, lo dico orgogliosamente!) una campana stonata; una maestra di canto senza cuore stroncò sogni ed aspirazioni di una bambina di cinque anni (io!) gridando: “Tu no, non cantare, sei stonata”. La storia è andata avanti fino alle medie, per proseguire alle superiori ed all’università, quando i figli di amici o conoscenti dei miei genitori erano descritti come dei piccoli Leopardi o Dante Alighieri, salvo poi conoscere realmente le rispettive competenze letterarie ed artistiche in classe quotidianamente: ignoranti è un eufemismo.

In questi anni mi è capitato di sentire di gente che a venti anni lavorava niente-popo-di-meno-che in enti ed istituzioni di valenza internazionale, o in quotidiani o in agenzia di stampa di fama mondiale, di sentire che qualcuno poco più che diciottenne ed ancora senza laurea è stato chiamato prima della fine del corso di studi in un’azienda perché troppo bravo; una bravura che consente di saltare tutte le tappe e laurearsi sul campo… Insomma, questi discorsi mi sembrano simili a quelli del parcheggiatore abusivo che si definisce “addetto alla custodia ed alla sicurezza delle autovetture parcheggiate dove vige un divieto di sosta o dove non sono presenti regolamenti sulla sosta”. 🙂

Io, per mia fortuna, non ho mai avuto persone tanto esaltate dai miei studi e dalle mie competenze da raccontare tante e tali – consentitemelo! – stronzate. Sono fortunata, lo so. 🙂

Annunci

Lascia un commento

Archiviato in ironia, riflessioni, sport

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...